Cos’è il divario produttività-retribuzione?

The Spotlight

1 minuto di lettura

17 set 2020

persone che lavorano e discutono in un ufficio di notte con i computer accesi

La fine degli accordi di Bretton Woods sembra essere una ragione essenziale dietro l'inasprimento del divario produttività-retribuzione iniziato nel 1972 che mostra l'influenza di vasta portata dell'oro in quanto fonte di stabilità per l'economia mondiale.

Il grafico seguente è tratto da uno studio condotto dall'Economic Policy Institute.

Il grafico del divario produttività-retribuzione mostra il distacco tra produttività e paga oraria nel 1972, un anno dopo la fine degli accordi di Bretton Woods.

È possibile visualizzare il divario produttività-retribuzione dal 1948: la crescita della produttività è indicata in giallo, mentre la crescita della paga oraria è in rosso.

Il distacco tra produttività e paga oraria intorno al 1972 è abbastanza netto, con una paga oraria in aumento solo del 25% rispetto a una crescita della produttività del 155% in 45 anni.

La crescita di produttività e paga oraria era rimasta costante dal 1948. Tuttavia nel 1972 la produttività ha continuato a crescere, mentre la paga oraria si è quasi "misteriosamente" arrestata.

Dunque cosa è accaduto poco prima del 1972 da aver gravato sulla crescita della paga oraria?

Se leggete SPOTLIGHT da un po' (o se amate la storia 🤓) ricorderete che nel 1971 il presidente Nixon ha annullato unilateralmente la convertibilità del dollaro in oro, ponendo di fatto fine al sistema di Bretton Woods.

Se l’abolizione degli accordi di Bretton Woods non è certo l'unico motivo del divario tra retribuzione e produttività, essa resta senza dubbio una ragione essenziale, poiché tale evento ha dato inizio a un'era di inflazione e di autentica globalizzazione.

Con la fine della convertibilità dollaro-oro siamo entrati nell'era onnipotente della moneta fiat: l'elevata inflazione ha spinto il capitale verso attività più rischiose che hanno poi accelerato un movimento di globalizzazione e, di conseguenza, i paesi emergenti e ricchi di manodopera hanno iniziato a esercitare pressioni sui salari americani ed europei.

È interessante vedere come la fine dell’era Bretton Woods abbia rivelato la grande influenza dell'oro in quanto fonte di stabilità per l'economia mondiale e quanto la decisione di non impiegarlo più come base per gli scambi globali abbia influito sul rallentamento della crescita dei salari, ancora oggi piuttosto evidente.


Acquistare oro fisico - Acquistare argento fisico

Economia
image-letter

The Spotlight

La newsletter gratuita per imparare a costruirsi un patrimonio.


image-letter

Ricevi lo Spotlight

La newsletter gratuita per imparare a costruirsi un patrimonio.