grafico delle azioni con i grattacieli illuminati dal sole sullo sfondo

Investire in platino e palladio: una buona idea?

1 minuto di lettura
3 set 2021

Il platino e il palladio sono conosciuti da molti investitori in metalli preziosi per la loro rarità, la crescente domanda industriale e il potenziale di crescita del loro prezzo. Ecco perché dovresti considerare il platino e il palladio come un'interessante opzione di investimento.

Se molti investitori tendono a scegliere l’oro e l’argento come prima opzione di investimento, i cugini meno “popolari” — il platino e il palladio — vengono spesso trascurati.

Proprio come l’argento, questi due metalli devono gran parte del loro valore agli usi industriali, e potrebbero quindi costituire un’interessante aggiunta a un portafoglio ben diversificato.

Il platino e il palladio provengono dallo stesso gruppo di metalli (i metalli del gruppo del platino o PGM) e possono risultare quasi identici a un occhio inesperto.

Quali sono le somiglianze tra palladio e platino?

  • Sono entrambi elementi indispensabili per molte industrie, dai computer alle fibre ottiche. E, cosa molto importante, vengono impiegati dalle case automobilistiche per ridurre le emissioni nocive dei veicoli.
  • Sono entrambi molto più rari dell’oro e dell’argento. La totalità del platino estratto fino ad oggi potrebbe essere contenuta nel garage di un cittadino americano medio, mentre il palladio è 30 volte più raro dell’oro.
  • Entrambi potrebbero veder crescere il proprio prezzo. Questo è dovuto principalmente alla loro rarità e alla crescente domanda industriale. Dall’inizio del 2016, il prezzo del palladio è cresciuto di ben il 400% a causa della scarsità cronica dell’offerta del metallo.

Quali sono le prospettive di prezzo per il palladio e il platino?

Frederic Panizzutti, esperto di metalli preziosi e amministratore delegato di MKS Dubai, ha dichiarato:

Platino: “Ci aspettiamo un incremento della domanda di investimento nel corso dell’anno poiché il prezzo del platino è quasi la metà di quello dell’oro ed è ben più basso di quello del palladio, e rimarrà quindi un’alternativa attraente e relativamente ‘economica’. Tutti i parametri sembrano indicare che è in arrivo la tempesta perfetta per il platino”.

Palladio: “Il settore automotive continuerà a riprendersi e la domanda di palladio per le marmitte catalitiche è destinata ad aumentare ulteriormente, soprattutto in considerazione dell’attuale inasprimento degli standard di emissioni... Un interesse speculativo sporadico e di breve durata potrebbe portare a forti impennate seguite da correzioni. Ci aspettiamo che il 2021 sia un altro anno molto volatile per il palladio”.

Gli investitori dovrebbero optare per il palladio o per il platino?

Data la loro rarità, la crescente domanda industriale e il potenziale di crescita del prezzo, entrambi i metalli potrebbero costituire un’opzione interessante, a seconda della propria strategia di investimento e della tolleranza al rischio.

Gli investitori che cercano una stabilità di prezzo e vogliono evitare grosse flessioni potrebbero optare per il platino, che è più stabile del palladio.

Invece, se si è pronti a cavalcare l’onda del prezzo e, potenzialmente, a beneficiare di impennate nei prezzi, si potrebbe optare per l’acquisto di palladio.

Infine, chi vuole diversificare davvero il proprio portafoglio, e migliorare la propria esposizione ai metalli preziosi, potrebbe scegliere di investire in entrambi i metalli.