Un uomo in giacca blu e cravatta che cavalca un grosso lingotto d’oro puro

Oro 24 carati o oro 18 carati: guida alla purezza dell'oro

10 minuti di lettura
22 nov 2022

I lingotti e le monete d’oro rimangono i prodotti d’investimento per eccellenza per chi vuole entrare nel mondo dei metalli preziosi. Ma sono realizzati in oro puro? Come verificarne la purezza? Quali sono le differenze tra carati e millesimi?

Dopo aver rinunciato a viaggi, uscite e tempo libero durante i vari lockdown, ora che avevi finalmente messo da parte un po’ di soldi è arrivata l’inflazione a rovinare tutto.

Quando tutto aumenta (tranne gli stipendi 🙃), il primo riflesso è quello di risparmiare o puntare su investimenti sicuri! Da qui l’interesse di massa per un investimento non sempre conosciuto dal grande pubblico: l’investimento nei metalli preziosi, in particolare l’oro.

Investire in oro: facile a dirsi, ma da dove si comincia? Come assicurarsi che si stia davvero comprando oro? Quali sono le precauzioni da adottare?

Purezza dell’oro, qualità dell’oro: di cosa si tratta?

Lady Fortuna in pepite d’oro puro

Il mondo degli investimenti ha il proprio linguaggio, e l’oro non fa eccezione. Oggi andremo alla scoperta del concetto di purezza dell’oro, detta anche qualità dell’oro, per capire la quantità di oro contenuta nei lingotti e nelle monete.

La quantità di oro contenuta in un oggetto (e dunque la sua purezza) si esprime in carati o in millesimi. Queste unità di misura sono anche dette titolo. Sei ancora dei nostri?😉

L’oro in carati

I carati consentono di valutare la proporzione di oro contenuta in un oggetto, come ad esempio una moneta, su una scala da 0 a 24. Quindi un oggetto da 24 carati è composto al 99% da oro.

Questa unità di misura ti sarà sicuramente famigliare, poiché viene utilizzata soprattutto per parlare della qualità dei gioielli in oro.

L’oro in millesimi

Pepite d’oro puro di qualità 999.9 in una raffineria

Se la scala dei carati ti ha fatto venire il mal di testa, forse preferirai parlare di millesimi: meglio così perché questa unità di misura è la più comune nel settore degli investimenti.

In questo caso la purezza dell’oro si esprime su una scala da 0 a 1.000. Quindi, una moneta contenente il 90% di oro è titolata a 900 millesimi. Facile, no?

Carati, millesimi, percentuale: tutte le unità di misura della purezza dell’oro in un’unica tabella

una scheda che mostra i carati dell'oro

💡9 carati, 18 carati, 24 carati: perché si parla sempre degli stessi titoli?

Se la scala dei carati va da 0 a 24, perché ci imbattiamo sempre negli stessi tre titoli?Perché si tratta innanzitutto di un linguaggio utilizzato dagli orafi e dai gioiellieri

Alcuni titoli hanno corso legale sui mercati internazionali: li trovi indicati nella tabella qui sopra.

Lingotti e monete d’oro: un mercato altamente regolamentato

Lingotti e monete d’oro puro su una superficie lucida.

Niente paura! La vendita di monete e lingotti d’oro da investimento è molto controllata. Ecco gli standard a cui è necessario prestare attenzione.

Purezza, grammatura, numero di serie: tutto quello che c’è da sapere sui lingotti d’oro

Il lingotto si presenta sotto forma di blocco o barra in oro puro: la purezza di un lingotto deve essere maggiore o uguale a 995 millesimi.

Per quanto rigidi siano i criteri, un lingotto non può mai essere costituito al 100% da oro, indipendentemente dal metodo di produzione, che sia l’estrazione mineraria o il riciclaggio.

Le diverse pezzature di un lingotto

Non vuoi investire tutti i tuoi risparmi in oro? Saggia decisione. La buona notizia è che i lingotti d’oro sono declinati in varie grammature, le più piccole delle quali vengono talvolta definite “lingottini”.

In ordine di grandezza, esistono lingotti d’oro da 1 g, 2,5 g, 5 g, 10 g, 20 g, 1 oncia, 50 g, 100 g, 250 g, 500 g e 1 kg. Si tratta di dimensioni standard. Se ti capita di trovare lingotti di altre grammature, attenzione: sarà necessario fare ulteriori verifiche!

💡 Lingotto d’oro o lingotto d’oro da investimento?

Per beneficiare della fiscalità agevolata per l’oro, il tuo lingotto deve essere riconosciuto come oro da investimento. 

Alcune pezzature di lingotti non sono riconosciute come oro da investimento. 

In Francia e in Italia, ad esempio, i lingotti da investimento devono avere un peso superiore a 1 grammo. 

In Spagna, invece, le dimensioni minime di un lingotto sono pari a 2 grammi.

Sei in regola con i documenti?

Investire in oro non è una cosa da prendere alla leggera. Per effettuare una transazione in tutta sicurezza, assicurati di:

  • comprare un lingotto sigillato, sul quale figuri il numero del sigillo;
  • conservare con cura la fattura di acquisto, che deve essere a tuo nome e sulla quale deve essere indicato il numero di sigillo del lingotto.

Inoltre, per essere omologati, i lingotti d’oro devono riportare:

  • il numero di serie,
  • il sigillo della raffineria (PAMP nel caso dei lingotti venduti su GOLD AVENUE),
  • il grado di purezza (superiore a 995 millesimi),
  • l’anno di produzione.

Soldi soldi soldi: facciamo il punto sulle monete d’oro

Monete d’oro puro da 24 carati sparpagliate.

Le monete che usiamo quotidianamente non contengono metalli preziosi. Ma non è sempre stato così!

Moneta d’oro da collezione o da investimento?

Come i lingotti, anche le monete d’oro da investimento devono soddisfare svariati criteri:

  • devono contenere almeno il 90% di oro,
  • devono avere (o avere avuto) corso legale nel paese di origine, quindi deve trattarsi di monete ufficiali,
  • devono essere state coniate dopo il 1800,
  • la loro quotazione, ovvero la plusvalenza, non deve essere superiore all’80% del loro valore intrinseco.

⚠️ Se le monete che vuoi comprare non soddisfano gli ultimi tre criteri, è probabile che si tratti di monete da collezione.

💡Quali sono le monete d’oro più richieste?

Nei paesi francofoni, la più famosa (e quindi la più commercializzata poiché l’oro rappresenta un bene rifugio) è il “Louis d’or”, che indica la moneta da 20 franchi Napoleone o quella da 20 franchi Marianna/Gallo.

Nel Commonwealth, la più ricercata è la moneta Sovrana. La sua fama supera i confini del Commonwealth, e infatti è molto difficile da trovare!

Negli Stati Uniti e nei paesi dell’America latina, la moneta d’oro da 50 pesos continua a suscitare l’interesse di collezionisti e investitori, seguita dal Krugerrand.

In Italia, tra le monete più ricercate troviamo: il marengo d’oro, la Maple Leaf canadese, ma anche il Krugerrand e la Sovrana.

Prepara la lente d’ingrandimento!

Una lente di ingrandimento dorata su una superficie nera.

Vuoi comprare un piccolo pezzo di storia che possa fruttarti un bel gruzzolo? Sappi che ogni moneta da investimento deve rispondere a criteri precisi, che vale la pena verificare:

  • il peso della moneta,
  • il diametro,
  • il valore nominale, se ce l’ha,
  • le peculiarità del design (dettaglio dell’incisione, data di conio e qualsiasi altro elemento che ne consenta l’identificazione),
  • la purezza (più difficile da verificare perché non viene sempre indicata sulla moneta).

Quando compri monete d’oro da investimento attraverso un rivenditore ufficiale come GOLD AVENUE, queste caratteristiche vengono elencate in dettaglio per ogni prodotto.

Monete da collezione: un pezzo di storia

Forse ti sarà già capitato di imbatterti in monete in “edizione limitata”, che raffigurano gli eroi della tua infanzia o gli atleti più famosi: non si tratta di monete da investimento in senso stretto, ma in alcuni casi si tratta di monete da collezione molto interessanti.

Per evitare le fregature, assicurati di:

  • verificare che la loro purezza sia superiore ai 900 millesimi,
  • richiedere al venditore le caratteristiche della moneta (numero di esemplari coniati, eventuale numero di serie, invio sotto sigillo o meno),
  • chiedere quali documenti verranno forniti all’acquisto,
  • verificare chi è il produttore (la Banca di Francia e la Swissmint sono i punti di riferimento nei paesi francofoni, in Italia le monete sono coniate dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato).

Produttore, prezzo, pagamento: le 3 “P” per evitare le truffe

Chi sono i produttori ufficiali?

Placche in oro in produzione in una raffineria di metalli preziosi.

Soltanto alcune raffinerie sono autorizzate a produrre e distribuire lingotti d’oro: la lista è gestita dalla prestigiosa London Bullion Market Association (LBMA) e comprende 71 raffinerie in tutto.

Tra quelle più rinomate:

  • MKS PAMP
  • Heraeus
  • Metalor
  • Valcambi
  • Hemeirle Meule

💡Dove si comprano i lingotti prodotti da MKS PAMP?

Su GOLD AVENUE troverai soltanto lingotti provenienti dalla raffineria MKS PAMP, che presentano numerosi vantaggi: 

- una qualità eccezionale

la prestigiosa certificazione LBMA Good Delivery

una tracciabilità garantita

Attenzione ai prezzi troppo allettanti!

Il prezzo di un lingotto o di una moneta d’oro dipende da 3 fattori:

  • la quantità di oro contenuta nell’oggetto, e quindi la sua purezza (ormai dovresti saperlo!). Nota bene: il corso dell’oro viene definito attraverso il fixing o lo spot (due quotazioni ufficiali, che possono essere monitorate online);
  • il premio, che è determinato dalla domanda e dall’offerta e dipende da vari criteri: rarità, condizioni, ecc.;
  • il margine realizzato dal rivenditore sulla vendita, che può comprendere i costi dell’imballaggio, della spedizione, dello stoccaggio, ecc. Su GOLD AVENUE questo costo viene indicato chiaramente su ogni scheda prodotto.

Se vedi un prezzo troppo competitivo, fai molta attenzione, soprattutto se si tratta di un prezzo al di sotto delle quotazioni ufficiali!

Non pagare mai l’oro in contanti

Una carta di credito dorata in un portafoglio nero appoggiato su una superficie nera.

Non si tratta soltanto di buon senso: la normativa in vigore in molti paesi vieta di acquistare oro in contanti.

Se vuoi comprare oro online, dai un’occhiata:

  • alle Condizioni generali e alle menzioni legali,
  • al certificato di sicurezza della pagina web, indicata da https e/o da un piccolo lucchetto nell’URL,
  • alle fasi della vendita: un percorso troppo breve, senza doppio clic per convalidare l’ordine, deve destare qualche sospetto.

... ed evita di comprare oro di seconda mano da un privato!

L’economia collaborativa è fantastica: è ecologica ed economica. Ma non è adatta all’acquisto di oro! Alcuni falsari sono molto esperti e sanno riprodurre alla perfezione monete e lingotti, sia per grammatura che per dimensioni e design.

Ovviamente può anche capitarti di trovare un venditore onesto, ma questo non sarà in grado di fornirti i documenti legali richiesti quando acquisti oro usato. Il rischio? Molte scartoffie per dimostrare che sei tu il proprietario/la proprietaria dell’oggetto in questione, perizie supplementari e potenziali esoneri fiscali alla rivendita che rischiano di andare in fumo.

In conclusione, ecco quello che devi ricordare:

  • I lingotti e le monete d’oro devono contenere una certa quantità di oro, rispettivamente il 99,5% e il 90% minimo.
  • I gioielli in oro sono contrassegnati da marchi che consentono di identificarne la purezza. La normativa in materia di lingotti e monete è molto rigorosa e impone regole precise ai venditori.
  • Quando investi in oro, scegli sempre un rivenditore ufficiale come GOLD AVENUE, che saprà consigliarti e rispondere a tutte le tue domande.
  • Conserva sempre i documenti forniti all’acquisto (fatture con numero di sigillo e titolo di proprietà).