flessione economica, crisi dell’immobiliare e crollo dei mercati rappresentati sotto forma di freccia rossa rivolta verso il basso che trafigge una mano.

La settimana in breve: Evergrande fa paura, blackout cripto

10 minuti di lettura
22 set 2021

22/09/21: Il colosso immobiliare cinese sull’orlo del fallimento, il mercato immobiliare globale in crisi, la rete Solana offline. E molto altro.

Notizie dal mondo degli investimenti

Evergrande non è un evergreen... I mercati azionari globali sono crollati a causa dei timori legati al rischio di fallimento di Evergrande, il colosso immobiliare cinese, mentre gli investitori attendono con ansia un possibile intervento di Pechino per arginare un eventuale effetto domino sull'economia mondiale (CNBC).

Che cos’è successo? I mercati sono crollati e il prezzo del Bitcoin è sceso per paura che la crisi di Evergrande, ormai divenuto il promotore immobiliare più indebitato al mondo, possa contagiare anche il resto dell’economia. La società ha un debito di circa 300 miliardi di dollari ed è l’emblema del surriscaldamento del mercato immobiliare cinese.

Che cosa significa? Secondo alcuni analisti, la situazione potrebbe avere ripercussioni sull’economia mondiale, sebbene sia probabile che il governo cinese metta un freno alla questione prima che vada a colpire il sistema bancario.

“Tutti si aspettavano che il governo proponesse una sorta di risoluzione, dato che Evergrande è una società di rilevanza sistemica. Ha un debito di 300 miliardi di dollari. Se la crisi China Evergrande non viene risolta, c’è un rischio di contagio. Penso che finirà per essere assorbita da imprese di stato con grandi disponibilità finanziarie”, ha dichiarato Jimmy Chang, Direttore degli investimenti di Rockefeller Global Family Office.

Questa settimana gli investitori hanno gli occhi puntati sul meeting di due giorni della Federal Reserve in materia di politica generale, per cercare di cogliere eventuali indizi circa la data in cui la banca centrale inizierà a ridurre i propri acquisti mensili di asset (Reuters).

Eppure, c’è ancora grande incertezza sulla data del possibile annuncio da parte della Fed e, di conseguenza, sull’inizio del taglio. Lo stesso vale per la data in cui verranno aumentati i tassi d’interesse dopo che erano stati portati quasi a zero in seguito allo scoppio della pandemia da Covid.

“Piuttosto che procedere a una rastrematura ora e segnare l’inizio di una misurata e graduale normalizzazione dei tassi d’interesse l’anno prossimo, è probabile che la Fed adotti un approccio più prudente. In particolare, questo potrebbe significare annunciare un possibile inizio della rastrematura più tardi quest’anno o all’inizio dell’anno prossimo, reiterando che la decisione sulla rastrematura è slegata da quella sulla politica dei tassi, indicando una normalizzazione dei tassi d’interesse ritardata e più lenta e condendo il tutto con l’uso del condizionale”, ha scritto l’economista Mohamed El-Erian in un articolo.

Che effetto potrebbe avere sul prezzo dell’oro? Secondo alcuni investitori, tassi d’interesse più alti potrebbero far scendere il prezzo dell’oro poiché l’aumento dei tassi d’interesse rende più attrattive le obbligazioni e altri investimenti a reddito fisso. Tuttavia, i dati storici dimostrano che l’aumento dei tassi d’interesse può avere talvolta un effetto al rialzo sull’oro. Ecco perché è importante seguire i risvolti di questo meeting.

Janet Yellen ribadisce che gli Stati Uniti dovranno affrontare “una catastrofe economica diffusa” se non aumentano o sospendono il limite del debito, aggiungendo che il governo potrebbe rimanere a corto di soldi il mese prossimo se non dovesse intervenire (Bloomberg).

Un default degli USA “potrebbe far precipitare una crisi finanziaria storica che aggraverebbe i danni dovuti al persistere dell’emergenza sanitaria pubblica, far sprofondare il paese nella recessione e renderla una nazione stabilmente più debole”, ha dichiarato.

Martedì i democratici hanno approvato un disegno di legge alla Camera dei Rappresentanti per sospendere il limite del debito fino alla fine del 2022. Ora la palla passa al Senato, dove i repubblicani hanno minacciato di bloccarlo.

Il mercato dell’edilizia abitativa globale sembra in crisi: l’impennata dei prezzi dell’immobiliare sta costringendo molte persone in tutto il mondo ad abbandonare il sogno di diventare proprietari (Bloomberg).

Non sono soltanto gli acquirenti a faticare: anche gli affitti stanno lievitando in molte città, aggravando le disuguaglianze e lasciando un’intera generazione a rischio di esclusione.

“Stiamo assistendo all’esclusione di alcune fette della società da determinate zone della città perché non possono più permettersi un appartamento. È il caso di Londra, Parigi, Roma e ora, sfortunatamente, sempre di più anche Berlino”, ha dichiarato il sindaco di Berlino Michael Mueller.

Secondo gli analisti, la situazione potrebbe avere ripercussioni imprevedibili, e il leader del sindacato tedesco Ver.di ha definito l’affitto “l’equivalente del prezzo del pane nel XXI secolo”, storico detonatore di disordini sociali.

La banca d’investimenti americana Morgan Stanley ritiene possibile un ribasso dei mercati del 20% poiché i segnali cominciano a indicare un calo della fiducia dei consumatori e una crescita più lenta (Bloomberg).

Tuttavia, Morgan Stanley ha indicato che si tratterebbe del “peggior scenario possibile”, mentre il miglior scenario prevede una correzione del 10% dell’S&P 500.

Solana, l’hype train principale del mondo delle criptovalute, è finito in prima pagina dopo che la settimana scorsa la sua blockchain ha subito un’interruzione di circa 17 ore. Secondo gli sviluppatori, si è trattato di un attacco Denial of Service (Bloomberg).

Il fondatore di Solana, Anatoly Yakovenko, ha liquidato l’incidente con tre parole: “dolori di crescita”.

“Le blockchain sono gestite essenzialmente da volontari, da persone random con motivazioni diverse. È impossibile garantire che queste reti siano completamente prive di bug”, ha dichiarato a Bloomberg.

L’opinione

Il blackout di Solana rivela forse la fragilità delle blockchain cripto? “Si tratta di qualcosa di visto e rivisto nei mercati delle criptovalute da quando sono diventate un fenomeno. E rispecchia la novità dell’industria, e quanto debba ancora crescere”, ha dichiarato Teddy Fusaro, presidente di Bitwise Asset Management (Bloomberg).

La capitalizzazione azionaria di Solana ha da poco superato i 62 miliardi di dollari, con il prezzo per token che è salito al 6.000% circa in un anno. Alcuni l’avevano addirittura definito un’alternativa migliore al Bitcoin e all’Ethereum. Ma anche le migliori blockchain possono incepparsi.

Emin Gün Sirer, CEO di Ava Labs, che produce la blockchain Avalanche, ha paragonato l’uso pratico delle reti di criptovalute al tempo.

“Una delle più grandi sfide è vedere come i sistemi reagiscono in varie situazioni uniche in tempo reale. Gli sviluppatori all’interno della community possono prevedere e preparare ogni singolo evento con una vasta gamma di modelli e test, ma non si può mai essere sicuri al 100%”, ha detto.

Altre notizie

Durante un colloquio privato con i dirigenti di Wall Street, le autorità di vigilanza dei titoli principali cinesi hanno difeso la schiacciante repressione di Pechino nei confronti dell’industria tech (Reuters).

Gli investitori internazionali si sono detti preoccupati dell’attacco delle authority del governo cinese nei confronti delle società tech e delle altre industrie. La mossa viene vista da molti come un tentativo di togliere potere alle ‘big tech’.

La repressione ha già cancellato 1.500 miliardi di dollari nel sell-off di azioni cinesi, ma il vicepresidente della China Securities Regulatory Commission ha dichiarato che era destinata, almeno in parte, a migliorare la confidenzialità dei dati e la sicurezza nazionale.

Un accordo legato alla fornitura di sottomarini ha fatto scoppiare una crisi diplomatica maggiore: la Francia ha richiamato i suoi ambasciatori in USA e Australia in risposta all’alleanza strategica siglata con il Regno Unito che ha fatto saltare un accordo multimiliardario per l’acquisto di sottomarini precedentemente sottoscritto da Parigi e Camberra (Politico).

Mercoledì, Stati Uniti, Australia e Regno Unito hanno annunciato un patto epocale in materia di sicurezza in seguito al quale l’Australia ha cancellato il suo accordo con il gruppo francese Naval Group per la costruzione di una flotta di sottomarini. Parigi ha definito la manovra una “pugnalata alla schiena.”

Sabato, la navicella Crew Dragon è rientrata dall’orbita, riportando a terra i 4 membri dell’equipaggio dopo 3 giorni nella spazio, portando a termine la prima missione turistica di Space X, Inspiration4 (CNBC).

La capsula Resilience si è ammarata al largo della costa della Florida, nell’oceano Atlantico. Poco dopo l’atterraggio, il CEO e fondatore di SpaceX Elon Musk si è congratulato con l’equipaggio con un tweet.

Ha anche tirato una frecciata a Joe Biden per aver ignorato l’impresa, dichiarando che il presidente stava “ancora dormendo.” Il commento sarcastico fa eco all’insulto dell’ex presidente Donald Trump, che aveva soprannominato Biden “Sleepy Joe”.

E infine…

“Mi piace lavorare a maglia”. Un’alta funzionaria della Commissione europea è stata sorpresa a lavorare a maglia durante il discorso annuale sullo stato dell’Unione da parte della sua capa (Reuters).

Mentre la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen pronunciava il suo discorso, Margrethe Vestager, Commissaria europea per la concorrenza, stava tranquillamente seduta a lavorare a maglia nel Parlamento europeo.

Beh, perché no?

Alla prossima settimana!

Acquistare Oro - Acquistare Argento


Potrebbe essere interessato anche a